TOP

XXXIII CONVEGNO DI STUDI STORICI

1878-1945
SALUTE PUBBLICA IN POLESINE E LA MEDICINA AL TEMPO DI NICOLA BADALONI
MEDICO CONDOTTO A TRECENTA

29 e 30 Settembre 2017
a Trecenta e Rovigo

Il Convegno di studi è dedicato alla memoria del prof. Achille Olivieri, docente di storia dell’Università degli Studi di Padova, che ci ha insegnato un nuovo modo di leggere ed interpretare la storia della nostra terra.

Il titolo è l’occasione per focalizzare l’attenzione sul ruolo che ebbero la medicina e la figura del medico condotto così come quella del farmacista e dell’ostetrica e in generale del progresso scientifico nell’aiutare la gente polesana che non abitava nei palazzi ma “nella capanne coperte di paglia e di canne” a sopravvivere e progredire.

Il periodo storico è compreso prevalentemente tra il 1878 e il 1945, coincidente cioè con l’arco di tempo della presenza significativa del medico recanatese Nicola Badaloni nella condotta del comune di Trecenta, che terminerà appunto con la sua morte il 21 maggio 1945. Cioè uno dei momenti più cruciali e drammatici della storia nazionale nonché della realtà veneta e polesana connotato da eventi bellici coloniali, da due guerre mondiali, rotte di fiumi, alluvioni, disoccupazione, fame, miseria, epidemie, malattie endemiche e alta mortalità.

Trecenta e il Polesine diventano per Badaloni un laboratorio medico-scientifico, sindacale, politico e culturale, fondamentale per il suo impegno sociale e parlamentare. La drammatica situazione economica ed igienico-sanitaria della Provincia nella seconda metà dell’Ottocento e nei decenni successivi forgerà  in Badaloni la consapevolezza di stampo positivistico di poter incidere, mediante la scienza medica, nel miglioramento di quella umanità emarginata e soprattutto sfruttata, incoraggiandola con l’ideologia socialista riformista, curando contemporaneamente anche la crescita intellettuale e culturale delle persone.

Ecco allora che il medico Badaloni diventa promotore di circoli educativi, biblioteche popolari, società di mutuo soccorso, leghe di miglioramento e cooperative di consumo; diventerà mediatore tra le parti quando si tratterà di firmare i contratti di lavoro tra padronato e bracciantato, fino a scegliere di intraprendere la carriera politica per conseguire lo strumento legislativo favorevole al riscatto degli ultimi nella società.

Nel corso dei lavori del Convegno non mancherà un approfondimento anche della rete di colleghi, amici di Badaloni sia in Polesine che a livello nazionale: Andrea Costa, Agostino Bertani, Alberto Mario, Jessie White e altri medici del Polesine come Galileo Beghi, Agostino Belloni, Vittorio Ciscato, Dante Gallani fino a Ugo Grisetti. Così pure saranno delineati i rapporti con una realtà ideologicamente contrapposta come quella dell’assistenza ecclesiastica agli infermi anziani, agli orfani  e agli ammalati mentali.

Per una ricognizione di tutte queste problematiche in questo periodo cruciale e per una riflessione sulla legislazione nazionale, malattie, medici condotti e medicina, istituzioni sanitarie e assistenziali, l’associazione Minelliana su incarico del Comune di Trecenta e in collaborazione con l’Università di Padova e col supporto dell’Accademia dei Concordi organizza il presente Convegno di Studi che prevede la partecipazione di docenti universitari e di ricercatori.

Mario Cavriani
Presidente Associazione Culturale Minelliana

DEPLIANT

Venerdì 29 Settembre 2017, ore 9.30
Trecenta, Sala Conferenze – retro Municipio

Sessione Prima

SITUAZIONE SOCIO-ECONOMICA E SANITARIA NEL POLESINE TRA OTTO E NOVECENTO

moderatore: Filiberto Agostini

Saluti Istituzionali

Filiberto AGOSTINI Università degli Studi di Padova
Introduzione ai lavori.

Emanuele RONZONI Ufficio Studi e Ricerche della UIL
Ricordo di Gianni Salvarani.

Antonio LODO Associazione Culturale Minelliana
Commemorazione del Prof. Achille Olivieri, cui è dedicato il Convegno.

Giovanni SILVANO Università degli Studi di Padova
La salute in Italia tra Otto e Novecento. Leggi, istituzioni e igiene pubblica.

Cesare STELLA cultore di storia patria
Don Luigi Guanella nella Trecenta di Nicola Badaloni.

Franca COSMAI Istituto per la storia del Risorgimento, Padova
L’ONMI e l’assistenza alla maternità e all’infanzia negli anni del fascismo.

Mario QUARANTA Accademia Galileiana di Scienze, Lettere ed Arti in Padova
Il riformismo di Nicola Badaloni.

Venerdì 29 Settembre 2017, ore 15.30
Rovigo, Accademia dei Concordi

Sessione Seconda

DALLA DISPERAZIONE ALLA SPERANZA: BADALONI E LA SCIENZA MEDICA

moderatore: Giovanni Silvano

Saluti Istituzionali

Filiberto AGOSTINI Università degli Studi di Padova
I «mentecatti poveri» in Polesine negli anni Ottanta dell’Ottocento

Lino TOSINI Fondazione Ca’ Vendramin, Taglio di Po
La bonifica idraulica nella lotta contro le malattie dell’epoca.

Maurizio RIPPA BONATI Università degli Studi di Padova
La collezione Badaloni nella biblioteca ”V. Pinali” Antica dell’Università degli Studi di Padova.

Maria Lodovica MUTTERLE Casa-Museo Giacomo Matteotti
Nicola Badaloni, maestro di scienza e d’umanità.

Armando MASUCCI Ordine dei medici di Napoli
La formazione medica di Nicola Badaloni all’Università Federico II di Napoli.

Pier Luigi BAGATIN storico
Un degno successore di Bertani: il sostegno di Jessie White a Nicola Badaloni. Spunti da un inedito carteggio polesano.

Valentino ZAGHI storico
Il movimento socialista in Polesine da Badaloni a Matteotti.

Sabato 30 Settembre 2017, ore 9.30
Rovigo, Accademia dei Concordi

Sessione Terza

STORIE DI MALATTIE, MEDICI E FARMACISTI IN POLESINE

moderatore: Maurizio Rippa Bonati

Saluti Istituzionali

Luigi CONTEGIACOMO Archivio di Stato di Rovigo
Medici e condotte sanitarie nel Polesine tra Otto e Novecento.

Leonardo RAITO Università degli Studi di Ferrara
Medicina e sanità in Polesine nell’Ottocento: il caso di Polesella.

Massimo RINALDI Università degli Studi di Padova
Tra etica professionale e moralità pubblica: sui doveri del medico condotto nell’Ottocento polesano.

Luigi LUGARESI storico
“Gli appunti di medicina pratica” del dr. Giuseppe Finzi, direttore del “Reparto di Medicina” dell’Ospedale Civile di Badia Polesine dal 1890 al 1900.

Raffaele RIDOLFI cultore di storia patria
Vittorio Ciscato (1851-1922): medico, filantropo, giornalista. L’amicizia con Nicola Badaloni e Alberto Mario.

Davide GIRARDELLO cultore di storia patria
L’amicizia tra Nicola Badaloni e Luigi Masetti. Gli ideali del medico come ispirazione dei viaggi intorno al mondo.

Franco PELLEGRINI Accademia delle Scienze di Ferrara
Colleghi ed epigoni di Badaloni: Giuseppe Grisetti, Francesco Pellegrini e Virgilio Landerghini.

Sabato 30 Settembre 2017, ore 15.30
Rovigo, Accademia dei Concordi

Sessione Quarta

STORIE DI MALATTIE, MEDICI E FARMACISTI IN POLESINE

moderatore: Mario Cavriani

Saluti Istituzionali

Francesco LANZONI Ordine dei Farmacisti della Provincia di Rovigo
Il ruolo dei farmacisti tra Otto e Novecento.

Alberto BURATO storico militare
1915-1918 Polesani al fronte. La sanità militare in prima linea.

Giuliano PASSAROTTO cultore di storia patria
Gli effetti della pandemia della “spagnola” sulla popolazione polesana nel 1918-1919.

Manuela SGOBBI archivista
Igiene e sanità tra Cavarzerano e Basso Polesine tra Otto e Novecento.

Paolo RIGONI Associazione Culturale Minelliana
Figure significative di medici nel Delta del Po tra Otto e Novecento.

Maurizio TRAMARIN cultore di storia patria
1887: la sanità pubblica nel Comune di Giacciano con Baruchella e territorio circostante.

Antonio NAVE storico
“Io resto tra i ribelli”. Lydia Piva tra poesia e socialismo (1895-1898).

Conclusioni

Designed by erreland