TOP

STIENTA PAESE DI CONFINE

25 

a cura di Mario Cavriani e Maria Lodovica Mutterle

Anno: 2016
Pagine:  256
ISBN: 9788865660577

Descrizione

A vederla dall’alto dell’argine che la sovrasta, Stienta sembra quasi rannicchiarsi intorno all’alto campanile simile a un indice puntato verso il cielo. Un’immagine significativa di questo paese che rivendica, fin dagli esordi della sua storia, una forte personalità e una sorta di genius loci difficile da definire.

La bella monografia dedicata a Stienta aggiunge, già bel titolo, che si tratta di un paese di confine e in tanti, nelle 250 pagine di questo elegante volume, si sono impegnati, talora con risultati importanti, a esplorare il territorio e i suoi caratteri, ripercorrendo il filo della storia (quella grande e quella piccola), ritrovando figure e personaggi di indubbio rilievo, soffermandosi su architetture e opere d’arte, ma anche su tradizioni, feste e usanze locali. In ciascuno dei saggi, però, si può quasi sempre rintracciare il riferimento a una compattezza sociale, a dispetto delle divisioni di censo, classe e appartenenza politica e di quel groviglio di vicende e di fatti che sembra insuperabile e che viaggia parallelo allo spirito del tempo. Così si corre, ma senza affanno, dalle origini lontane ai giorni nostri, tra una lunga storia religiosa, contrassegnata da parroci e sacerdoti e chiese, e quella che racconta l’evoluzione della popolazione e della società, tra guerre e alluvioni, in sintonia con le vicissitudini stesse della nazione.

E sempre affiora quella compattezza sociale che va intesa come spirito di solidarietà e senso di appartenenza, richiamo alle medesime tradizioni familiari, attaccamento al territorio.

Non sono solamente parole, ma fatti, come è apparso evidente negli ultimi anni di guerra, nel corso dei quali Stienta ebbe a patire il peso delle feroci repressioni nazifasciste, delle vere e proprie occupazioni, con l’iniquo retaggio di lutti e miseria, dolori immensi e indimenticati. Un lungo percorso, che va dalle origini del nome (da Septingenta) ai mulini sul Po, dalle chiese ai monumenti e alla scuola, ma anche dagli albori del Risorgimento alla prima e alla seconda guerra mondiale, dalle lotte sociali alla Resistenza, dall’alluvione del ’51 alla ricostruzione, con il corollario delle figure più insigni tra Ottocento e Novecento, tra le quali vale la pena di ricordare la pittrice Carolina Marisa Occari e l’attrice Maria Paiato, ma anche due personaggi di prima grandezza come Severino Bolognesi e Emilio Bonatti.

Sergio Garbato
il Resto del Carlino, 2 giugno 2016

Presentazioni
Comune di Stienta
Regione del Veneto

Michelangelo Caberletti Stienta, origine del nome
Michelangelo Caberletti con Chiara Caberletti La Chiesa di Stienta: dalle origini al secolo XVIII
Luigi Lugaresi Stienta: lo sviluppo demografico dalle origini
Michelangelo Caberletti con Chiara Caberletti La parrocchia di Stienta nella diocesi di Adria
Mario Cavriani Stienta nella bufera della storia (1796-1866)
Chiara Caberletti Elenco dei fucilati stientesti condannati dal Tribunale militare di Este
Luigi Lugaresi Stienta e i “mulini del Po”: da “piarda” di Ferrara (1600-1802) all’ultimo mulino (1921)
Michelangelo Caberletti con Chiara Caberletti Don Settimio Armellini e don Luigi Gherardi
Michelangelo Caberletti Asilo d’Infanzia Sacra Famiglia
Antonio Bolognesi Stienta, dalla rotta dell’Adige al primo dopoguerra (1822-1919)
Maria Lodovica Mutterle Eugenio Valli
Antonio Bolognesi Incendio e ricostruzione del Municipio
Luigi Contegiacomo Stienta, un paese in guerra
Antonello Nave Monumento ai Caduti di Stienta
Valentino Zaghi Le lotte sociali dell’età giolittiana
Valentino Zaghi Severino Bolognesi
Valentino Zaghi Emilio Bonatti
Michelangelo Caberletti con Chiara Caberletti Don Giuseppe Marchesani, arciprete e vicario della Diocesi
Michelangelo Caberletti con Chiara Caberletti Don Tarcisio Cappato e don Giuseppe De Pascalis
Antonello Nave La Chiesa arcipretale: gli affreschi “perduti” di Antonio Maria Nardi
Paolo Franco Bertasi con Michelangelo Caberletti La Sagra di San Eurosia
Michelangelo Caberletti San Genesio
Paolo Franco Bertasi con Silvano Tamascelli – 1951: l’alluvione a Stienta, oltre ai fiumi di parole e al mare d’inchiostro
Paolo Franco Bertasi con Silvano Tamascelli Il Dopoguerra e la ricostruzione
Gabriella Corazzari Dalla scuola elementare comunale alla scuola elementare statale “Amore e Verità” (1900-1948)
Paolo Franco Bertasi con Silvano Tamascelli Servizi Sociali Villa “C. Resemini”
Sandra Trambaioli La Biblioteca comunale
Emanuele Borghi con Sandra Trambaioli Carolina Marisa Occari
Sandra Trambaioli Piermaria Romani
Emanuele Borghi Maria Paiato
Emanuele Borghi Giuseppe Sgarbi
Paolo Franco Bertasi La Polisportiva stientese
Paolo Franco Bertasi Il palio gastronomico
Paolo Franco Bertasi con Silvano Tamascelli Le associazioni di volontariato
Silvano Tamascelli Sindaci del Comune di Stienta (1945-2016)

Riferimenti bibliografici

Designed by erreland