TOP

Esaurito!

IL MONTE DI PIETÀ DI ROVIGO
E GLI ANTICHI ISTITUTI DI PEGNO IN POLESINE

di Bruno Rigobello
Presentazione di Ugo Romanato

Collana: Economia e Società
Anno: 1987
Pagine: 230, n. 26 ill.
ISBN:

Descrizione

Rovigo sta riscoprendo il senso della tradizione, tentando di custodire al meglio quanto resta delle sue memorie e dei suoi monumenti.
Non sono molte le pubblicazioni che riguardano la nostra città, i fenomeni economici e sociali che l’hanno formata, dandole connotazioni particolari, sia positive che negative.
La Banca del Monte di Rovigo è un istituto di credito prettamente locale e non poteva esimersi dal partecipare attivamente a questa opera di divulgazione storica che tende a colmare una delle lacune esistenti nel patrimonio culturale della città.

Il modo più interessante e stimolante ci è parso la ricerca delle origini e dell’evoluzione dell’unico istituto di credito rimasto a dimensione rodigina. Ci ha spinti la consapevolezza della funzione che la Banca del Monte ha avuto ed ha tuttora, non disgiunta dall’opportunità di diventare promotrice di iniziative capaci di rendere partecipi il maggior numero di cittadini.

Scavare nel passato del Monte di credito su pegno, fondato nel lontano 1508, è stato come ripassare puntualmente i fenomeni che hanno collegato la banca rodigina alla vita cittadina, alla sua evoluzione, al rafforzamento del tessuto sociale ed economico.

La paziente opera di ricerca condotta dall’Autore, lo studio e la messa a disposizione dei lettori di numerosi documenti, gran parte dei quali inediti, costituiscono elementi di pregio e di originalità che si innestano nella ricostruzione fedele e nel contempo agevole dei caratteri socioeconomici della città e del Polesine.

Ecco perché riteniamo che questo lavoro ben valga a suscitare e ravvivare propositi di studio su aspetti della vita di Rovigo, trasmettendo contestualmente un contributo di notevole livello alla salvaguardia del patrimonio storico cittadino.

Non si tratta di testimonianze del tempo passato che è giusto ricordare per nostalgia dell’antico. La Banca del Monte vive e si consolida giorno dopo giorno in virtù dell’impegno di chi vi lavora e di chi ne usa i servizi forniti alla clientela. Ma è forte pure della propria tradizione e della propria storia dai cui insegnamenti può trovare ulteriore slancio al fine di crescere e di adeguarsi sempre meglio alle necessità della realtà nella quale opera, contribuendo anzi a migliorarla.

Dott. Ugo Romanato
Presidente Banca del Monte di Rovigo

Presentazione

Prefazione

Il Polesine nel Cinquecento:
Aspetti di vita economica e sociale
Le Camere dei Pegni
Ammassi granari, Granaroni, Fontici e Monti frumentari
I banchi di pegno ebraici
Note

Istituzione dei Monti di Pietà:
Origine dei Monti
Il Monte di Pietà di Lendinara
Il Fondaco dei poveri di Gesù Cristo in Rovigo e la sua trasformazione in Monte di Pietà
Il Monte di Pietà di Badia
Il primo Statuto del Monte di Badia
Note

Il Monte di Pietà di Rovigo nel Cinquecento:
Origine comunale del Monte
Il capitale del Monte
II libro “F” dei cassieri del Santo Monte di Rovigo
L’affitto della Fiera
Persistenza in Rovigo dei banchi di prestito ebraici
Notizie sui processi del 1551 contro gli eretici di Rovigo, nel libro cassa del Monte di Pietà
Gli inquisiti
Note

Il Monte di Pietà di Rovigo dalla fine del ‘500 alla fine del ‘700:
La funzione sociale del Monte di Pietà al tempo della Repubblica veneziana
Le visite pastorali
La riforma del Monte e il nuovo statuto del 1608
1648 – Acquisto della sede del Monte nel Palazzo Roverella
Dalla riforma del 1608 alla cessazione dei banchi di prestito degli ebrei
Diatriba in versi tra Adria e Rovigo
Una memoria settecentesca sullo stato morale del Monte di Pietà
Disordini amministrativi: gli intacchi di Monte
Prestiti al Monte
Note

Dal “Monte di Pietà” alla “Banca del Monte”:
La cassa del bagattino di Sanità
I francesi e i Monti di Pietà
Il brigantaggio
Risanamento del Monte dopo i disordini della metà del Settecento
Istituzione della Cassa di Risparmio (unita al Monte di Pietà)
Il Monte di Pietà nell’Ottocento
Il libro dei pegni del Monte di Pietà di Lendinara
Separazione del Monte dalla Cassa di Risparmio
Dati statici sui Monti di Pietà
Nuova legislazione per i Monti di Pietà
Istituzione della Sezione credito
Il Novecento
Note

Documenti
1. Statuto del Monte di Pietà di Badia (1554)
2. Capitolare del Santo Monte della Città di Rovigo (1608)

Designed by erreland