TOP

GUIDA INVENTARIO DELL’ARCHIVIO DELLA CURIA VESCOVILE DI ROVIGO

a cura di Francesca Bianchini e Giacomo Prandini

Collana: Materiali di ricerca
Anno: 1995
Pagine: 421 + LIV
ISBN:  

Descrizione

Presentazione
Criteri adottati
Principali caratteristiche delle serie
Archivio Vescovile: Amministrazione, Anagrafe, Atti civili, Atti vescovili, Beni artistici, Beni immobili, Cancelleria, Cause civili, Cause criminali, Congregazioni Romane, Conventi, Curia, Foto, Indulti, Laicato, Matrimoni, Mensa, Oratori, Parrocchie, Religiosi, Rubriche, Sacerdoti, Scuole e seminario, Sinodi, Ufficio catechistico, Ufficio pastorale, Varie, Visite Pastorali, Visite Vicariali
Archivio Azione Cattolica
Archivio del Capitolo della Cattedrale di Adria
Archivio del Seminario
Miscellanea
Tabelle cronologiche

Questa guida-inventario vuole essere un primo strumento per orientarsi negli Archivi conservati presso la Curia di Rovigo.
La ricognizione effettuata su tutto il materiale documentario ha permesso di individuare quattro archivi indipendenti: l’archivio della Diocesi di Adria-Rovigo, del Seminario della Diocesi, l’archivio del Capitolo della Cattedrale di Adria, l’archivio dell’Azione Cattolica.

La guida-inventario non si limita a dare un’indicazione sommaria delle serie archivistiche, ma, analizzando le buste singolarmente, le descrive in base al titolo esterno, alle dimensioni, allo stato di conservazione e agli estremi cronologici dei documenti in esse conservati.

L’intervento sul complesso documentario ha consentito dapprima l’individuazione dei diversi archivi e poi la composizione delle serie di ciascuno di essi; per quest’ultima operazione ci si è avvalsi dell’aiuto di un elaboratore elettronico che ha permesso una ricostruzione storica delle serie prima “logica” e poi fisica, con lo spostamento delle cartelle sugli scaffali compactus, appositamente acquistati nel corso della recente ricognizione.
Come appendice si sono poste le tabelle cronologiche, cioè l’indice cronologico delle buste di ciascuna serie: hanno un rilievo diverso a seconda dell’ordine già esistente in ciascuna delle serie. Ad esempio, la serie “Cancelleria”, composta da registri continui, risulta già ordinata, almeno virtualmente. Anche se c’è stato solo il raggruppamento fisico dei registri è possibile reperirli in maniera efficace attraverso la tabella, che ce li presenta in ordine cronologico crescente.

Per le serie che non sono continue o sufficientemente ordinate, le tabelle cronologiche costituiscono un primo orientamento per il ricercatore.

Per questo lavoro si è utilizzato un programma informatico di elaborazione di dati (Microsoft Access 2.0) che permette non solo di effettuare ricerche con risposte in tempo reale, ma anche di procedere a ricerche incrociate. Inoltre offre un non trascurabile vantaggio in quanto, in un prossimo ordinamento sarà possibile riutilizzare con grande flessibilità tutti i dati già immessi.

Designed by erreland