TOP

Esaurito!

FRATTA POLESINE, LA STORIA

Collana: Monografie
Anno: 1990
Pagine: pp. 262, n. 126 ill. (25 a colori)
ISBN:

Descrizione

La lettura retrospettiva eseguita attraverso l’apporto dei reperti archeologici, della documentazione bibliografica ed archivista, nonché delle testimonianze artistiche ed architettoniche, qui “miracolosamente” sopravvissute, ha consentito, mediante un approccio multidisciplinare, una prima ricostruzione storica di questo centro situato nel cuore del Polesine, partendo dalla preistoria fino all’età contemporanea.
A giustificare il ruolo di primo piano acquisito da Fratta nel corso dei secoli basterebbe citare alcuni momenti, avvenimenti e presenze come: Frattesina, le ville palladiane dei Badoer e dei Molin-Grimani, Giovanni Maria Bonardo e l’Accademia dei Pastori frattegiani, il conte Oroboni e la Carboneria, il socialista Giacomo Matteotti, il pilota Giovanni Monti… che hanno avuto un’influenza significativa in campo economico, culturale, artistico, politico anche nel contesto regionale e nazionale, allargando così l’interesse di quest’opera oltre i confini strettamente provinciali.

In copertina:
Fratta Polesine, Villa Badoer
Particolare del pronao.

La Preistoria
Raffaele Peretto: Lungo un antico ramo del Po
Paolo Bellintani: Frattesina, la scoperta e le ricerche

Antichità e Medioevo
Enrico Zerbinati: La documentazione di età romana a Fratta Polesine
Luciano Alberti: Idro-geomorfologia del territorio frattense secondo la documentazione medievale
Camillo Corrain: Fratta medievale, tracce per una ricerca sull’ambiente

La dominazione veneziana
Bruno Rigobello: Acque e bonifiche
Alessandro Massarente: La struttura urbana e gli eventi architettonici dalla villa Badoer al parco Labia
Primo Griguolo: Fratta nel Cinquecento, aspetti e figure della cultura letteraria
Antonio Romagnolo: Le opere d’arte della chiesa di Fratta Polesine
Francesco De Poli: Aspetti demografici di Fratta Polesine tra il 1632 e il 1681 dai registri della Parrocchia

L’età contemporanea
Luigi Lugaresi: Fratta nelle dominazioni napoleonica ed austriaca (1796-1866). Storia minima di settant’anni
Claudio Garbellini: Dall’unità agli anni Settanta

Designed by erreland